produttivi o indaffarati al lavoro - elena formica

Sei Produttiva o Indaffarata quando lavori?

Spesso “darti da fare” ed essere in perenne movimento ti fa sentire attivo/a e produttivo/a… ma non è detto che sia davvero così.

 

Quando ti metti in moto, ti sembra di conoscere perfettamente la tua meta, ma può accadere che ti trovi nella condizione di non sapere come definire il percorso. 

Si, perchè spesso il contesto, le “condizioni meteorologiche”, gli imprevisti possono richiederti continuamente di rinnovarlo o modificarlo.

 

E cosi potresti trovarti ad aver finito una settimana di lavoro con il peso di mille miglia sulle spalle e scoprire di essere stato soltanto un criceto su una ruota, ferma lì al punto di partenza.

 

Per passare da “pieno/a di cose da fare” a “produttivo”, è necessario prima saper cogliere le differenze tra i due stati.

 

Ho sistematizzato per Te alcuni punti-chiave per distinguerli, ecco la prima parte:

 

Mission (im)possible

 

Le persone indaffarate vogliono mostrarsi come persone sicure di sé, che hanno una mission, e non mostrano quindi i propri dubbi.

Le persone produttive hanno una mission
 nella loro vita e non temono di mettere in dubbio le proprie azioni, perché hanno ben chiara la propria destinazione.

 

Priority report

 

Le persone indaffarate hanno un gran numero di priorità, quelle produttive ne hanno di meno.

Ma se hai 3 priorità, hai delle priorità, se ne hai 25 hai un caos.

Henry Ford ha fatto la sua fortuna non tanto costruendo automobili migliori, ma mettendo a punto un sistema migliore per costruire le automobili.

Le persone indaffarate provano a costruire auto migliori, mentre le persone produttive si concentrano sul costruire un buon ecosistema per migliorarle.

 

Yes man (solo quando serve)

 

Le persone indaffarate dicono “sì” con più facilità, le persone produttive lo dicono meno spesso.

È una questione di focus chiaro sui propri valori: tutte le volte che dici si a qualcun altro, invece che a quello che devi fare, ricordati che stai implicitamente dicendo di NO a te stesso.

 

Tieni la “linea pulita”

 

Guardare i cooking show, oltre a insegnarmi la differenza tra una sofisticata bernese e una semplice maionese,  mi ha insegnato questo: non puoi cucinare bene se non hai preparato la “linea” in modo chiaro.

Le persone indaffarate si concentrano sull’azione, chi è produttivo si concentra sul fare chiarezza prima di agire, sfruttando le proprie esperienze personali per capire quali attività intraprendere.

 

Confini definiti

 

Le persone indaffarate tengono tutte i confini aperti per paura di perdere delle occasioni. 

Le persone produttive, invece, si concentrano su un obiettivo alla volta, i confini del proprio spazio (esterno e mentale) sono ben definiti mentre si occupano di ciò che gli sta a cuore.

 

Questa è la prima parte degli spunti che ho sistematizzato per TE, per trasformare la tua giornata e aumentare il tuo senso di autoefficacia.

 

TU che ne pensi? Dove ti incastri con più facilità? Quali sono le tue strategie chiave per aumentare la tua produttività?

 

Se vuoi il mio aiuto per trasformare la tua vita da super-indaffarata a super-produttiva (e soprattutto realizzata e felice),

nel mio Percorso 10 Settimane Per Ripartire Da Te ho distillato il succo della mia esperienza per farti raggiungere i tuoi risultati!

Sappi che non lavoro con tutti, ma solo con chi è davvero motivato a impegnarsi concretamente per riprendere in mano le redini della propria vita (e tenerle strette)!

SE TI SENTI PRONTA PER USCIRE DALLA TRAPPOLA DELL'ANSIA E VUOI TORNARE A SORRIDERE, LIBERA DAI PESI SUL CUORE E DI NUOVO PADRONA DELLA TUA VITA