Consigli pratici per andare verso la produttività - elena formica

Produttiva senza burn-out? Si-può-fare!

Nel precedente articolo abbiamo parlato delle differenze che ho trovato tra l’essere super-indaffarata e super-produttiva.

 

Questi punti me li sono immaginati come input pratici che ti possono aiutare a stabilire meglio COME arrivare a definire il tuo percorso, senza ritrovarti (di nuovo…?) ad aver finito una settimana di lavoro con un senso di pesantezza e di frustrazione.

 

Meno chiacchiere, più distintivo

 

Le persone indaffarate parlano di quanto siano impegnate (e non riescono a uscire dal loop neanche quando fanno questo…).

Le persone produttive lasciano che le proprie azioni parlino per loro, perché sentirsi produttivi non significa essere produttivi.

 

Quando parli, registri cosa dici

 

Quando emetti un suono, contemporaneamente lo ascolti e il tuo cervello lo registra, al pari delle altre informazioni… lo sapevi?

 

Chi si dichiara indaffarato, (si) ripete spesso quanto poco tempo ha a disposizione, mentre le persone produttive sanno ritagliarsi del tempo per ciò che conta davvero.

 

No multitasking

 

Le persone indaffarate credono che il multitasking sia un chiaro segnale della loro produttività. Facendo cosi “entrano nella tana del Bianconiglio”.

Le persone produttive utilizzano il proprio tempo in modo funzionale alla loro persona e al loro obiettivo.

 

Ci sono svariate tecniche per sopravvivere al multitasking (una che mi ha sempre strappato un sorriso è la “tecnica del Pomodoro”, la conosci?) ma il punto della questione è che…

 

Puoi imparare a darti il permesso di non essere superman o wonder woman e prenderti cura di ogni aspetto del tuo lavoro, con amorevolezza per quello che fai e per te stesso/a!

 

Take your time… e usa l’assertività!

 

Le persone indaffarate le riconosci perché si fanno guidare dalla fretta (nel rispondere ad una mail, nel creare un progetto, nel camminare..).

 

Le persone produttive si prendono il loro tempo, per non interrompere troppo spesso il flusso delle proprie attività, soprattutto se in funzione delle priorità di altre persone.

 

Metti bocca su cosa fanno gli altri?

 

Le persone indaffarate vogliono che le altre persone siano altrettanto impegnate e misurano le ore di attività svolte dagli altri, reagendo con frustrazione (e invidia) se qualcun altro se la prende comoda.

 

Le persone produttive, invece, quando collaborano:

– vogliono che gli altri siano efficienti (e non in linea con le loro aspettative)

 

– valutano gli output che ricevono (e non le persone che li hanno prodotti)

 

– apprezzano quando le persone svolgono con piacere il proprio lavoro.

 

Se parli continuamente del cambiamento, sei lontano dal vederlo accadere

 

Le persone indaffarate parlano dei cambiamenti che vogliono fare e si giustificano con la scusa del “non ho mai tempo per fare quello che davvero voglio!!!”.

 

Le persone produttive, invece, affrontano quei cambiamenti!

 

Se vuoi sentirti capace e fiero/a di affrontare ogni cambiamento a testa alta in breve tempo e con la giusta strategia, senza farti bloccare dall’ansia e dalla paura…

 

Beh, sei nel posto giusto perché mi occupo esattamente di questo! 🙂

 

Nel mio Percorso 10 Settimane Per Ripartire Da Te  non lavoro con tutti, ma solo con chi è davvero motivato a mettersi sulla strada della felicità.

 

 

Quindi se questo è il tuo caso e ti senti davvero pronta per imparare a vivere libera dai pesi sul cuore, sentendoti di nuovo (o finalmente!) padrona della tua vita…

il tuo prossimo passo È richiedere
la tua chiamata di svolta gratuita con me.

Ci prenderemo 30 min per fare il punto sulla tua situazione attuale e valutare insieme se il mio percorso può essere il ponte che ti aiuta a raggiungere i tuoi obiettivi!