L'ansia che si nasconde nelle to-do list - Elena Formica

L’ansia che si nasconde nelle to-do list

Fino all’anno scorso ero una grande fan delle to-do list, e anche molte delle persone che seguo nel mio Percorso 10 Settimane Per Ripartire Da Te lo sono.

 

Nelle nostre sessioni si descrivono come delle “pianificatrici seriali”, formula che credo renda bene l’idea.

 

Se sei una di queste persone, sai di cosa sto parlando.

 

Se devono fare una cosa, non basta farla – vogliono che sia fatta bene.

 

Per questo hanno l’agenda piena di post-it, agende, note, fogli sparsi in cui scrivono e riscrivono quello che deve essere fatto.

 

Vogliono spuntare quella benedetta casella, vogliono tirare un segno sulle varie voci.

 

Con “fare bene”, intendono “perfetta” di solito – e le capisco: in una vita fatta di mille impegni, questo ha sicuramente assicurato loro di riuscire a non lasciare indietro attività importanti (proprie e dei loro cari) per strada e a stare a galla.

 

Però poi scoppiano. Ed è successo anche a me di scoppiare.

 

Nella mia esperienza queste liste, programmazioni, planning, pianificazioni funzionano… fino a che non funzionano più.

 

E quando a sera ti ritrovi stremata con un pugno di mosche in mano mentre devi ancora lavarti e preparare la cena, è inevitabile sentir salire quel senso di frustrazione e impotenza che ti affossa ancora di più.

 

Ci sono passata, so cosa succede.

 

Poi ho notato un meccanismo automatico sottostante a questo gesto, e ho deciso di abbandonare questa pratica e riprendermi la mia libertà.

 

Oggi voglio condividere con te quello di cui mi sono accorta, ma – fai attenzione, non voglio prenderti in giro – non ho minimamente smesso di pianificare.

 

Mi sono semplicemente accorta che c’è un “non detto” dietro la pianificazione, che spesso guida il nostro comportamento.

 

PIANIFICAVO PER PROVARE A ESSERE INFALLIBILE

Ed è questo che faceva salire proporzionalmente la mia ansia a fine giornata e faceva contemporaneamente scendere la stima di me come persona capace di portare a termine gli obiettivi.

 

Perché non funziona?

 

Perché non sei infallibile, ma un essere umano fatto di desideri e di emozioni.

 

Se pianifichi per essere infallibile, vai dietro ad un’aspettativa irrealistica e ti scordi di fare attenzione ad un pezzo importante.

 

Il “Per-che-cosa” lo stai facendo.

 

Qual è lo scopo, lo scenario più grande, lo sfondo, il desiderio che ti guida.

 

Se ti scordi questo ingrediente fondamentale, ti perdi tutto il senso dell’atto della pianificazione e l’ansia ti aspetta al varco.

 

TI sale la paura di non essere abbastanza, di non aver fatto tutto quello che dovevi fare e il senso di incertezza su come affronterai il domani.

 

Continuando a fare cosi ti ingabbi e ti condanni all’infelicità.

 

Poco fa ti ho anche detto che non ho smesso di pianificare, ed è vero.

 

PERCHÉ CONTINUO A PIANIFICARE ALLORA? E COSA PUOI FARE ANCHE TU?

 

Per rendere la pianificazione uno strumento utile devi spostare il tuo punto di vista.

 

Pianificare può essere davvero una pratica potente nella tua vita SE STACCHI IL CAVO DELL’INFALLIBILITÀ E ATTACCHI QUELLO DEL CUORE.

 

Quando faccio un piano connessa al mio cuore e non alla pretesa di essere infallibile, RIESCO A METTERE A FUOCO IL MONDO CHE VORREI.

 

Mi soffermo a chiedermi che cosa voglio ottenere PER ME da quella giornata. Come ci voglio arrivare in fondo, a QUALI CONDIZIONI.

 

E questa operazione è in grado di accendere anche dentro di te delle riserve energetiche molto potenti.

 

Soprattutto può aiutarti a focalizzare ciò che per te è davvero importante mentre sei nel flusso delle cose da fare, delle tue giornate piene, dei tuoi mille “devo”.

 

È umano voler dare un senso a una vita è imprevedibile, e quest’anno ce l’ha insegnato bene.

 

Forse hai visto mille piani andare in fumo e cambiarti la giornata in uno schiocco di dita.

 

Per cui non mi stupisce se stai cercando di sentire tra le tue mani il tuo potere per poterci agire attivamente sopra.

 

FAI ATTENZIONE, PRENDITI CURA DI TE.

NON SEI INFALLIBILE, SEI MUTEVOLE E MOLTEPLICE.

 

 

 

E adesso? Sai che non amo tutto quello che resta vero solo in teoria.

 

Per questo non può mancare la parte pratica di tutto quello che ci siamo dette: prendi carta e penna!

 

Prendi adesso la tua “to-do” list e trasformala nella tua lista dei desideri, nella tua “TO ME LIST”.

 

Trasforma questa pratica in un momento di riflessione e consapevolezza di te e di ciò che vuoi e

INIZIA A LOTTARE SERIAMENTE
per il futuro che desideri, quel futuro che ora immagini e che rende la tua vita degna di essere vissuta per te stessa.

SE ti piace come lavoro e senti che è arrivato il momento di uscire dalLA TRAPPOLA DELL'ANSIA E TORNARE A SORRIDERE, da vera padrona di te..
il tuo prossimo passo per entrare nel mio percorso!

compila il form per richiedere la tua videochiamata gratuita da 30 minuti con me
(posti limitati)