emozioni copertina

Emozioni: cosa fai per gestirle?

Quando ci troviamo a sperimentare nella nostra vita emozioni spiacevoli (quelle che di solito chiami "emozioni negative" ma che negative non sono!!!) come rabbia, paura, tristezza, ognuno di noi tende a mettere in atto delle strategie adattive finalizzate a interrompere il più velocemente possibile questo tipo di sensazione.

Nessuna sorpresa: evitare il dolore è uno dei driver più potenti che guida il comportamento dell'essere umano, insieme alla ricerca di ciò che reca piacere e della possibilità di restare in quello stato di "grazia" il più a lungo possibile.

Ma quali strategie attuiamo in concreto per evitare di sentire quella scomodità, quando ci troviamo a dover gestire quelle emozioni?

Quello di cui spesso non ci rendiamo conto è che:

Ti faccio due esempi di situazioni prese da scene di vita quotidiana di Ginevra e Michela (nomi di fantasia, per la privavcy) delle persone che seguo nel Percorso #10SettimaneXRipartireDaTe ogni giorno.

Purtroppo non sempre va cosi.

Quello che Ginevra e Michela mi riportavano in sessione è che si sono sentite come "obbligate" a reagire usando strade diverse, che si sono rivelate nel tempo poco funzionali, come quelle che ti descrivevo poco fa.

Allora...

Che cosa abbiamo fatto con Ginevra e Michela?

Una volta individuato le strade senza uscita a cui hanno portato queste strategie poco funzionali, ce ne siamo occupate - insieme - seguendo questi punti cardine che puoi usare anche tu se vuoi iniziare a occuparti di te e delle tue emozioni per vivere in modo consapevole e responsabile la tua vita

Entrambe sono ancora nel Percorso e stanno compiendo enormi passi per raggiungere il proprio equilibrio e dare una nuova forma al proprio mindset.

Michela ha iniziato a lavorare sulle sue risorse interne e a creare una nuova rete di dialogo e collaborazione con le sue colleghe.

Da poco entrata in una nuova azienda di PR e comunicazione, i suoi capi non hanno fatto fatica a riconoscerle i meriti di aver creato un clima positivo e sereno, laddove prima regnava incontrastata la competizione più spietata.

Quando le sue colleghe sono in difficoltà sulla gestione di un cliente si rivolgono a lei, come nuovo punto di riferimento, anche se entrata da pochissimo.

Ginevra riesce ad esprimersi meglio con sua sorella: per lungo tempo hanno affrontato vere e proprie tempeste emotive, e non pensava di poter fare diversamente.

Adesso che si è trasferita a Milano per un nuovo lavoro proprio a casa sua, ha smesso di giudicarsi come la "sorella cattiva" quando sente rabbia e si impegna ed esprimerla, invece che agirla con frecciatine e recriminazioni.

Ogni giorno cerca nuovi modi per instaurare un nuovo clima di fiducia con la sorella, lontano dalle dinamiche disfunzionali che avevano impostato quando vivevano a casa con i loro genitori (...su chi deve avere lo spazio più grande nell'armadio, però, ci stiamo ancora lavorando 🙂 ).

Se vuoi avere il mio aiuto per trovare modalità davvero funzionali di gestire ed esprimere le tue emozioni, richiedi la tua chiamata conoscitiva gratuita di 30 minuti: se saremo un buon match di lavoro, ti spiegherò come funziona il mio Percorso e come può aiutare anche te a liberarti dei pesi sul cuore e tornare padrona della tua vita.

Tutto quello che devi fare è cliccare sul bottone qua sotto.