SCARICA L’EBOOK GRATUITO

Autostima Incrollabile!

Elimina le 5 frasi che sabotano la tua FELICITÀ
(e scopri quali funzionano meglio!)

Compilando il form, accetti di iscriverti anche alle Psicolettere, la mia newsletter gratuita pensata per essere il momento mensile di self-care per la tua anima

Iscrivendoti alla newsletter, dichiari di aver letto l’Informativa sulla privacy e di aver acconsentito al Trattamento dei Dati Personali ai sensi del Regolamento Europeo n. 2016/679. Proteggerò i tuoi dati come previsto dal GDPR e potrai aggiornarli e cancellarli in qualsiasi momento.

Autostima bassa: i primi 3 step da compiere per affrontarla

Autostima bassa e non accettazione sono davvero legate?

Quante volte ti è capitato di pensare “forse non ho abbastanza autostima”?

Spesso si collega il concetto di “autostima” con quello di “accettazione di sé”, credendo che analizzare fino allo sfinimento ogni cosa che fai, ogni risultato che (non) ottieni, ogni riconoscimento che (non) ricevi da chi ti circonda, possa portarti ad “accettarti di più” e, di conseguenza ad avere maggiore autostima. In realtà, la bassa autostima non dipende solamente dalla capacità di accettazione.

Questo atteggiamento di iper analisi, infatti, ti porta a caricarti di un peso non indifferente, soprattutto nel tuo quotidiano, diventando un grande intralcio al raggiungimento della felicità che desideri. È quindi importante riuscire a riconoscere i segnali reali che ti portano ad avere una bassa autostima.

Riconoscere le radici della bassa autostima

Prima di capire come riscoprire e consolidare la tua autostima, è importante rendersi conto di come si è creata questa condizione. Spesso, infatti, avere poca autostima è il risultato esperienze negative passate, o di critiche e giudizi non richiesti costanti da parte di persone a cui tieni in modo particolare. 

Riuscire a ripercorrere queste esperienze (anche con il supporto di un percorso di psicoterapia), può aiutarti a identificare la situazione specifica che influisce sulla tua autostima ma che, al momento, non riesci ancora a vedere.

Affronta i pensieri ipercritici

Prova un istante a fermarti e riflettere: quanto spesso ti capita di lasciarti trasportare da pensieri ipercritici nei confronti di te stessa? Sarei quasi pronta a scommettere che ormai è un’abitudine talmente radicata che neanche te ne accorgi più.

Per iniziare a risollevare un po’ la tua autostima bassa, inizia a soffermarti sui tuoi pensieri e cerca di identificare quelli disfunzionali, in cui ti dai addosso. Poi prova a rifletterci su facendo caso al suo esatto contrario.

Proviamo con un esempio. Se ti capita di pensare “sono un fallimento” dopo non aver raggiunto un obiettivo che ti eri prefissata (spoiler: è del tutto normale che succeda), prova a ragionare su tutte quelle volte che, invece, hai raggiunto ciò che volevi. Come hai fatto? Su cosa ti sei concentrata per riuscirci? Ora ritorna sul tuo obiettivo e cerca di analizzarlo in modo pratico: invece di pensare al fatto che hai fallito, cosa potevi fare in modo diverso? Ti renderai conto che, in realtà, da questo “mancato obiettivo” avrai imparato tantissimo.

Prenditi cura di te 

La vita è frenetica, gli impegni sono tanti e stare dietro a tutto sembra quasi impossibile. Quindi, per riuscire ad arrivare integra a fine giornata, spesso devi rinunciare a qualcosa. Ti chiedo di fare un semplice esercizio: appuntati, per una settimana, tutte le volte che scegli di lasciarti da parte per fare altro o accontentare chi ti circonda. E poi rifletti su questo: quanto è giusto per te questo atteggiamento?

Quante possibilità ci sono che stremarti all’inverosimile, tralasciando ciò che la tua mente e il tuo corpo ti richiedono per stare bene, possa portarti ad avere autostima?

Prenderti cura di te stessa è un atto d’amore necessario se vuoi iniziare a eliminare l’autostima bassa.

Meraviglia, sai che il mio obiettivo è cercare di esserti di supporto nel tuo viaggio verso una maggiore consapevolezza. Per questo, sempre a proposito di autostima bassa, ho preparato per te un ebook gratuito che ti aiuterà ad aumentarla: “Autostima: 5 frasi da non dire più se vuoi farla crescere”.

Per riceverlo, ti basterà iscriverti alla mia newsletter mensile “Le Psicolettere”, cliccando qui o sul banner che trovi in basso. Ti aspetto!

Elena Formica

PSICOTERAPEUTA DELLA GESTALT

Sentire, Pensare e Agire sono i tre pilastri della mia vita, professionale e personale.

Non offro risposte pre-confezionate, sono una ninja delle domande. Ti accompagno a mettere in pratica quello che gli altri ti spiegano in teoria. Dal 2015 ho aiutato più di 100 persone a liberarsi dal peso dell’ansia e a tornare padrone della propria vita con il mio Percorso di psicoterapia “10 Settimane Per Ripartire Da Te”.

SCARICA L'EBOOK GRATUITO

Autostima: 5 frasi da non dire più se vuoi farla crescere

Compilando il form, accetti di iscriverti anche alle Psicolettere, la mia newsletter gratuita pensata 
per essere il momento mensile di self-care per la tua anima

Iscrivendoti alla newsletter, dichiari di aver letto l’Informativa sulla privacy e di aver acconsentito al Trattamento dei Dati Personali ai sensi del Regolamento Europeo n. 2016/679. Proteggerò i tuoi dati come previsto dal GDPR e potrai aggiornarli e cancellarli in qualsiasi momento.

Ultimi articoli